Susucaru® Rosato

Il nostro rosato è prodotto con la stessa filosofia e tecnica di vinificazione di tutti gli altri vini: contatto con le bucce per struttura e identità territoriale, fermentazione malolattica finita completamente per densità, fluidità e stabilità. Questo ‘rosato’ non è solo un vino rinfrescante per l’estate, ma può essere considerato anche un rosso leggero, sul genere di un vino del Jura, e può essere ben accostato a una vasta varietà di piatti. Uvaggio di Malvasia, Moscadella, Inolia e Nerello Mascalese.

Susucaru® Rosato

Regione: Etna, Vallata nord
Vigneti: Picciolo, Calderara, Crasà, Muganazze, Feudo di Mezzo, Puntalazzo
Varietà: Malvasia, Moscadella, Cattaratto, Nerello Mascalese
Vinificazione: Diraspatura e pigiatura leggera, follature manuali e pressatura soffice
Fermentazione: partenza con “pied-de-cuve” di soli lieviti indigeni con le bucce per circa 10 giorni
Maturazione: In vasche neutre di vetroresina da 2500 a 8000 litri
Chiarifica: No
Filtrazione: Prima dell’imbottigliamento con cartucce PP da 1 micron
Solforosa: I valori possono variare tra 15 to 50 mg/l., aggiunti o meno, a seconda della qualità dell’uva e la stabilità del vino a
Produzione annuale: 30.000 bottles
Prima annata: 2007
Denominazione: IGP Terre Siciliane Rosato
Tipo di bottiglia: Borgognotta trasparente
Formati disponibili: 750ML, 1500ML, 3000ML and 5000ML (solo su richiesta)
Bicchiere consigliato: Zalto Universal
 
Come riciclare: Suggeriamo, quando possibile, il riutilizzo invece di riciclare; ovviamente evitando la contraffazione…
Bottiglia: in “vetro”;
Tappo: Ardeaseal in “plastica”; tappo naturale in “organico”, tappo a vite in “vetro”, tappo versatore olio di oliva in “plastica”;
EtichettaSusucaru in “plastica”, MunJebel, Pistemutta e Magma in “carta e cartone” 
Capsula di gommalacca:  in “indifferenziato”
Scatola: cartone in “carta e cartone”, cassetta di legno meglio il riutilizzo
Palletlegno o plastica meglio il riutilizzo

 

Ritorna a La nostra produzione